Raymond Soneira:”L’iPad 3 è stato un ripiego per Apple”

Secondo Raymond Soneira, presidente della DisplayMate Technologies, l’iPad 3 (il Nuovo iPad) sarebbe stato un “piano B” per Apple. Secondo questo esperto Apple aveva bel altri piani per la nuova generazione di iPad e quello attuale è stato invece un ripiego.

Secondo lui Apple aveva in programma di utilizzare dei display Sharp con tecnologia IGZO, ovvero dei display retina molto più sottili di quelli attualmente utilizzati e soprattutto con consumi molto ridotti. Ma qualcosa non ha funzionato e quindi Apple ha dovuto ripiegare nell’utilizzo della vecchia tecnologia di display Retina che sono più spessi e hanno consumi maggiori, da qui la necessità di introdurre una batteria maggiorata. Così si spiegherebbero anche l’aumento di peso e di spessore.

“Il piano era quello di usare la nuova tecnologia IGZO di Sharp, si tratta di un’elevata mobilità degli elettroni che permette di costruire transistor molto più piccoli e così anche gli altri elementi del circuito… Non c’è alcun dubbio che l’iPad 3 è un piano B.”

Anche Richard Shim (ricercatore) dichiara:

“L’idea era quella di utilizzare l’IGZO che avrebbe permesso di avere un display più luminoso e quindi di poter utilizzare meno LED e non sarebbe stata necessaria una batteria maggiorata come per i display classici”

[via 9to5Mac]

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.