Paul Devin Frode Apple: Scatole di scarpe?

1

Qualche giorno fa ho scritto un articolo in merito alla frode di Paul Devine, accusato di denaro e frode per via telematica in quanto rivendeva delle informazioni “top secret”, o meglio riservate, sui prodotti che sarebbero usciti dalla casa Apple, e forniva informazioni ai fornitori orientali.

Sebbene Paul Devin continui a dire di essere innocente, recentemente i federali hanno ritrovato nella sua abitazione qualcosa come centocinquantamila (150.000) dollari in contanti sapientemente nascosti dentro alcune scatole di scarpe.

Peraltro è già stato dichiarato alla stampa che sono stati rinvenuti dei conti esteri e sostanziose somme di denaro in possesso dell’accusato. A quanto pare Paul Devine condivideva con alcuni fornitori informazioni principalmente su iPod ed iPhone, di conseguenza venivano condivise anche le proiezioni di vendita che l’azienda formulava e dati sui costi di produzione stimati dalla Apple.

A Paul Devine sono già stati ritirati i documenti (passaporto suo e di sua moglie) per non farli andar fuori dagli stati uniti, e sono state anche ordinate dal Dipartimento di Giustizia ulteriori prequisizioni.

Per conoscere la prima parte del caso Devine puoi leggere l’articolo “Trovata la spia della Apple?“.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.