iOS: Se Chiudere le App in Background Diventa un’Ossessione…

È ora di fare chiarezza su alcuni punti fondamentali riguardo il funzionamento del multitasking in iOS. La famosa barra del multitasking può infatti diventare per molti una vera e propria ossessione che ci porta a controllare sempre di non lasciare troppe applicazioni in background e chiuderle spasmodicamente ad ogni occasione.

Bene, vi sembrerà strano ma non è proprio necessario farlo! Ovvero, le Apps lasciate aperte in background non disturbano affatto il nostro device (che sia un iPhone, iPod Touch o iPad) e non lo rallentano, lasciando inalterato anche il consumo della batteria!

Come è possibile ciò? Quando premete il tasto home per chiudere un’App, questa resta in background nella barra del multitasking, ma molto rapidamente (questione di millisecondi a volte) passa da una condizione di background a quella di “Sospensione”. La condizione di sospensione è una condizione in cui quell’App non utilizza più la CPU, quindi non rallenta gli altri processi del device e non sta consumando batteria. L’unica cosa che rimane attiva è la memoria, ovvero quell’App in sospensione continua ad utilizzare un quantitativo di RAM dove sono memorizzati i dati che vi permetteranno successivamente di riprendere ad utilizzarla esattamente dove l’avevate lasciata.

Bene allora sembra che l’unica problematica sia la memoria che queste App lasciate aperte occupano. In realtà non è proprio così perchè quando iOS capisce che la memoria (RAM) comincia a scarseggiare, automaticamente si occupa di far passare le App dallo stato di sospensione a quello di “Non in esecuzione” recuperandone così anche la memoria.

In poche parole non dovete assillarvi nel gestire le vostre App in background, perchè ci pensa già iOS. Ricordate che queste non andranno a consumare batteria, ne rallenteranno la vostra CPU, e se la RAM si trova troppo occupata si libererà da sola.

C’è però da fare delle precisazioni. Alcune App possono non passare dallo stato di background a quello di sospensione finchè non hanno terminato il processi che stanno svolgendo, facendo passare a volte anche 10 minuti prima di passare in sospensione, e fino a quel momento stanno utilizzando la CPU con relativo carico e dispendio di energia.

Altre App particolari, come Mail per esempio, potrebbero restare in background per un tempo indefinito finchè non hanno ultimato i loro processi, sforando i 10 minuti limite.

Quello che dovete fare, se proprio volete, è tenere d’occhio solo quelle poche App che potrebbero sostare troppo nella condizione di background, ma in fin dei conti non vale proprio la pena.

Qui di seguito vi proponiamo un video molto interessante, realizzato da Fraser Speirs, che vi mostra proprio i processi attivi in un iPad e come le App in background non influiscano nella gestione della CPU e dell’autonomia del device:

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.