Come Funziona Il Roaming: Differenza Tra Europa ed Estero

Stai per affrontare un viaggio all’estero e vorresti capire come funziona il roaming? Ti trovi nel posto giusto. Certo, all’estero le nostre tariffe telefoniche funzionano in modo diverso. Ogni compagnia telefonica offre tuttavia dei vantaggi da tenere conto.

Il roaming non è altro che un “appoggio” ad altri operatori telefonici quando vi trovate in terra straniera; questo si attiva quando chiamate, quando ricevete chiamate, quando inviate o ricevete SMS, oppure quando accedere ad internet.

In altre parole, accederete al roaming con la vostra SIM quando non saranno presenti quelle compagnie telefoniche che invece si trovano in Italia. 

Cos’è Il Roaming

Come funziona?

Ovviamente, è bene conoscere il roaming, soprattutto perché il suo costo può rivelarsi molto elevato. Infatti, al ritorno del vostro viaggio, potreste ritrovarvi addebitati parecchi soldi. Quindi, dovete decidere se tenere il roaming attivo, quindi affidarvi alla rete a cui chiederà “appoggio” il vostro telefono per funzionare, o valutare una tariffa fissa.

Dunque il roaming è una sorta di “appoggio”; il vostro operatore telefonico si chiama “operatore madre”, mentre l’operatore a cui si poggerà il telefono in assenza della copertura originale si chiama “operatore ospitante”.

Ovviamente, è bene sapere e conoscere i costi di questo servizio. Tuttavia, il concetto di roaming non si estende soltanto all’estero: anche in Italia è possibile una cosa del genere. Il roaming nazionale è presente sul nostro territorio. Conoscerai sicuramente il caso di 3 Italia e Wind: in assenza di reti che possano supportare queste due linee telefoniche, viene in aiuto la rete di TIM.

Come Funziona Il Roaming Nell’Unione Europea

Quali sono i paesi che non fanno pagare il roaming?

In parole povere, questo è quello che accade all’esterno, con una differenza sostanziale: il costo è più elevato e potrebbe fregarvi. Anzitutto, se andate in viaggio in Europa, dovete sapere che dal 15 Giugno 2017 l’Unione Europea, grazie al Parlamento Europeo, ha abolito i costi di roaming.

Dunque, se andate in viaggio in Spagna, Francia, insomma uno dei paesi che fanno parte dell’Unione Europea, non pagherete nulla. TIM, Vodafone, Wind, 3 Italia e Wind 3 sono state le prime ad abolire il roaming intra-UE.

Cosa implica questo?

Che potrete continuare ad utilizzare il vostro piano tariffario come previsto. Non pagherete costi aggiuntivi e non saranno previste ulteriori tasse.

Questa è la lista dei paesi europei in cui potrete utilizzare il roaming a costo zero:

  • Austria
  • Belgio
  • Bulgaria
  • Cipro
  • Croazia
  • Danimarca
  • Estonia
  • Finlandia
  • Germania
  • Grecia
  • Irlanda
  • Lettonia
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Malta
  • Paesi Bassi
  • Polonia
  • Portogallo
  • Regno Unito
  • Repubblica Ceca
  • Romania
  • Slovacchia
  • Spagna
  • Slovenia
  • Svezia
  • Ungheria
  • Islanda
  • Liechtenstein
  • Norvegia

Una Tariffa Per I Viaggi All’Estero

Il vostro operatore telefonico vi fisserà il prezzo

Per quanto riguarda invece l’estero fuori dall’Unione Europea, il consiglio che vi diamo è di affidarvi a una tariffa fissa, onde evitare di incappare in costi salatissimi.

Quasi tutti gli operatori telefonici presenti in Italia vi danno a un prezzo fisso chiamate, giga e sms gratuiti.

Dunque non preoccupatevi: basta sfogliare il sito del proprio operatore telefonico per scegliere la tariffa più adatta.

Speriamo di avere fatto un po’ di chiarezza sul roaming e su come comportarsi quando si viaggia.

Leave a Reply