Come Collegare Un Monitor Esterno al MacBook Pro e Configurarlo

Collegare Monitor Esterno al MacBook Pro

Collegare Monitor Esterno al MacBook Pro

Come posso collegare un Monitor Esterno al MacBook Pro? Cosa mi serve per collegare un Monitor Esterno al MacBook Pro?

Nel tutorial di oggi vogliamo spiegare in maniera semplice e veloce quanto è facile collegare un monitor esterno al nostro MacBook.

Chiaramente, prima di tutto, dobbiamo essere in possesso di:

1 – Monitor esterno (anche tv con uscita VGA)

2 – Adattatore Mini Display Port – VGA (Disponibile su Apple Store per 29 euro – Clicca qui per acquistare)

In alternativa all’adattatore Mini Display Port – VGA è possibile acquistare l’Adattatore Moshi Mini Display Port – HDMI con audio (Disponibile su Apple Store per 34,95 euro – Clicca qui per acquistare)

In alternativa è disponibile anche l’adattatore Mini Displayport – DVI (disponibile su Apple Store per 29 euro, adattatore che consente di collegare monitor digitali all’avanguardia come Apple Cinema Display e molti altri – Clicca per acquistare)

3 – Nel caso in cui scegli la prima soluzione di servirà ovviamente un cavo VGA VGA.

A questo punto non ti resta che collegare i cavi in possesso e configurare al meglio il tuo monitor esterno.

Il monitor in realtà comincerà a funzionare sin da subito, ma puoi scegliere alcune impostazioni utili per migliorare la tua produttività e la visualizzazione sul monitor esterno.

La funzione più comoda, e la prima che ti voglio illustrare, è la funzione che ti permette di avere una scrivania estesa.

1 – Estendere la scrivania su un secondo monitor con MacBook Pro.

Questa modalità ti permette in sintesi di avere un espansione dello schermo ed avere una scrivania più grande. Andando su “Preferenze di Sistema” e selezionando l’icona “Monitor” si potrà accedere alle personalizzazioni: prima fra tutte la Disposizione.

E’ presente una comoda funzione che permette di collocare nello spazio il monitor esterno: se lo teniamo sulla sinistra, sulla destra, in alto o in basso, possiamo comunicare al computer da quale lato è il monitor e di conseguenza potremo spostare il mouse con una finestra a destra, sinistra, su o giù a seconda di dove si trova il nostro monitor.

Disposizione Monitor Esterno collegato a MacBook Pro

All’interno di uqesta finestra, oltre ai due monitor blu, è presente una piccola striscia bianca: è la striscia del menu, o meglio è la striscia che comanda generalmente il monitor che viene scelto come primario, spostandola infatti diremo al MacBook quale vogliamo che sia il monitor primario, e su quello si sposteranno la dock e il menu del nostro Mac.

2 – Duplicare il monitor

Sempre da questa schermata è possibile decidere di duplicare il nostro monitor. Questa funzione è molto comoda generalmente quando stiamo tenendo una presentazione e dobbiamo mostrare una immagine su un proiettore posto alle nostre spalle o se vogliamo mostrare qualcosa in una classe ad esempio.

Tutto ciò che faremo sul monitor che stiamo utilizzando (ovvero sul monitor del nostro Mac) verrà visualizzato anche sul monitor esterno.

3 – Usare il MacBook con il monitor chiuso

Qualora fossimo in possesso di un magic mouse ed una tastiera wireless o usb. Il MacBok chiaramente dev’essere collegato ad una presa di correnta per poter funzionare, e per utilizzarlo in questa modalità basterà per l’appunto chiudere il MacBook e fare un click sul mouse o su un tasto della tastiera: automaticamente comparirà l’immagine sul monitor esterno.

E’ comunque importante verificare dalle impostazioni del Bluetooth di aver attivato la funzione che consente ai dispositivi bluetooth di “svegliare” il Mac da un potenziale stato di stop. Per far questo basta andare nelle opzioni avanzate delle preferenze bluetooth (sempre da preferenze di sistema).

Speriamo che questa guida vi sia stata utile, vi auguriamo buon divertimento con il vostro MacBook ed il vostro monitor esterno,

Lo Staff di Apple Notizie.it

2 Comments

  1. ambrogio 29 gennaio 2016
  2. Jennie 14 aprile 2016

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.