Anche la CNN Rincara la Dose su Foxconn

Vi ricorderete che, qualche articolo fa, abbiamo parlato di un servizio in 2 puntate che il N.Y. Times ha pubblicato subito dopo le dichiarazioni del fortunato trimestre fiscale di Apple. Il servizio era frutto di un’intervista ad un ex dipendete di Foxconn, ed era ovviamente incentrato sulle condizioni di lavoro e su quale attenzione Apple presta alla situazione.

Ieri la CNN ha rincarato la dose, pubblicando un video realizzato dal giornalista Stan Grant durante un intervista con una dipende di Foxconn, impegnata nell’assemblaggio del display dell’iPad:

“Non posso sopportarlo più. Ogni giorno era come: finisco di lavorare e vado a letto. Mi alzo la mattina e vado a lavorare. È diventata la mia routine quotidiana e quasi mi sentivo come se fossi una specie di animale.”

Per l’intervista la dipendente ha chiesto che il suo nome fosse tenuto nascosto. Il giornalista nel video consegna alla dipendente un iPad, di cui probabilmente avrà assemblato il display, ma che non aveva mai avuto l’occasione di usare. La signorina Chen ha detto ai giornalisti della CNN che per questa intervista rischia seriamente delle ritorsioni penali in Cina.

Ecco come descrive il suo arrivo a Foxconn:

“Durante il mio primo giorno di lavoro, un’operaio anziano mi ha detto, ‘Perchè sei venuta a Foxconn? Non pensarci nemmeno e vattene subito’…I dipendenti di Foxconn hanno un detto, ‘Loro usano le donne come uomini e gli uomini come macchine’…c’è anche un altro modo di dire, ‘Loro usano le donne come uomini e gli uomini come animali'”.

Quando il giornalista ha comunicato alla signorina Chen la risposta del CEO Tim Cook alle accusa del Times, chiedendole perchè Foxconn usa gli uomini come macchine, lei ha risposto:

“Well, humans are cheaper”

Mi prendo la libertà di tradurre: “Beh, gli esseri umani guardano solo il lato economico”.

[via 9to5Mac]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.