Brevettato lo “Slide to Unlock” di Apple!

0

slide-to-unlock brevettoNe abbiamo già parlato abbastanza delle querele legali che contraddistinguono la concorrenza nello spietato mondo degli affari!

Questa è una battaglia che si combatte a colpi di ingiunzioni, citazioni in giudizio e rivendicazioni sulle proprietà intellettuali.
Quando il design e la funzionalità dei propri prodotti non sempre basta da sola per mantenere la vetta rispetto ai concorrenti.

Almeno ora una cosa è certa.. lo “Slide to Unlock” è di Apple e non si tocca, lo ha deciso l’autorevolissima United States Patent & Trademark Office. Parliamo infatti del semplicissimo meccanismo utilizzato per “sbloccare” i nostri iDevice, quello sfioramento da sinistra verso destra che ogni volta ci permette di accedere al nostro iPhone, iPod Touch e iPad.

La richiesta di brevetto risale addirittura a Dicembre del 2005  e include anche il disegno, che spiega tecnicamente il funzionamento del sistema di “sblocco schermo” su iOS.

Un sistema semplice e ingegnoso che viene presentato per la prima volta su iPhone! Pensato per evitare l’attivazione accidentale del nostro smartphone.

Lo stesso Steve Jobs ne spiega il funzionamento durante alla presentazione del primo melafonino nel 2007: “Per sbloccare lo schermo, basta che prendo il mio dito e lo faccio sfiorare. Volete rivedere? Volevamo qualcosa che non può accadere accidentalmente nella tua tasca.. Basta sfiorare e BOOM”.

Il brevetto nella sua definizione include non solo il semplice movimento da sinistra verso destra caratteristico di iOS; bensì lo sfioramento dello schermo per sbloccare il telefonino/dispositivo in senso lato, quindi in linea di massima potrebbe includere qualsiasi sistema utilizzato da gran parte dei dispositivi Android.

slide-to-unlock brevetto

Chissà se Apple impugnerà mai questo brevetto in tribunale come arma a suo vantaggio.. sta di fatto che il brevetto se l’è aggiudicato, ed è l’azienda di Cupertino che porta punti a casa.

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.