Apple traccia i confini cinesi: più di 40 brevetti acquisiti!

cina appleContinua a protrarsi l’aspra contesa fra Apple e la koreana Samsung per la salvaguardia dell’esclusività dei loro prodotti. Una vera e propria guerra giudiziaria che si sta combattendo a “colpi” di brevetti con lo scopo di tutelare le proprietà intellettuali delle due compagnie. Dopo le cause aperte in Usa, Europa e Australia il fenomeno si è esteso , come era prevedibile, anche al resto del mondo; secondo ultime indiscrezioni rese note, infatti, la casa di Cupertino, avrebbe deciso di tutelare i propri prodotti anche in Cina acquistando più di 40 brevetti.

Le certificazioni prese in questione riguardano vari aspetti commerciali che vanno dall’ Apple Storee la sua interfaccia all’iPhone, fino ad arrivare ai computer come il Mac Book Air e i tablet iPad. La casa di Cupertino, già dall’inizio di questo si sarebbe infatti mossa per mettersi al riparo da possibili ed eventuali copiature e rendendo più ostica la vita delle società rivali, prima fra tutte Samsung. Ovviamente non sono solo gli altri “protagonisti” della produzione tecnologica dai quali la Apple si vuole tutelare; il colosso statunitense punta anche a proteggere i suoi prodotti da quella parte di mercato cinese particolarmente attiva nel settore dei fake, nella produzione di fedelissime copie di dispositivi, applicazioni e addirittura punti vendita: fenomeno crescente sopratutto in determinate zone del paese asiatico come ad esempio la città di Kumming dove di Apple Store fasulli ne sono stati individuati ben 21.

Il mercato cinese rappresenta comunque una realtà importantissima per le strategie commerciali della società statunitense, con un potenziale bacino d’utenze immenso e sempre più difficile da ignorare. Inoltre, per tali ragioni, quest’ulteriore mossa di Apple potrebbe segnare l’inizio di una nuova guerra commerciale e intellettuale che aprirebbe l’ennesimo fronte con Samsung e le altre società del settore.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.