Apple Store Profanati da “Rivali”?

Che alcune persone non amino la Apple, e tutti i prodotti Apple, più o meno per partito preso, è una storia nota e conosciuta. Ci sono persone che visitano i blog dedicati al mondo Apple solamente per lasciare commenti che possano scatenare Flames, ovvero discussioni nella rete, e persone che fanno anche di peggio.
Ci sono persone che aspettano i “passi falsi” della Apple per metterla subito sotto accusa, e chi invece ha deciso di mettere in pratica un nuovo strumento per offendere, insultare o semplicemente deridere la casa di Cupertino che ha tanti e tanti milioni di fan.
Negli ultimi tempi, alcuni simpatizzanti Android sono entrati in un Apple Store ed hanno inserito sugli iPad, i Tablet della Apple, degli sfondi dedicati ad Android, oltre ad alcuni messaggi che incitavano ad utilizzare Android come sistema operativo per vari device (ovviamente non utilizzare Apple ed iOS, questo il messaggio che volevano far passare).


Nell’ultimo mese è successo qualcosa di ancora più grave: se i due soggetti si erano limitati ad impostare degli sfondi che lodavano Android e screditavano iOS (il sistema operativo dei device della Apple), nei giorni scorsi qualcuno ha pensato bene di sfruttare Jailbreakme, il sito che permette di sbloccare tramite browser gli iPad e gli iPhone senza bisogno di un collegamento al pc (ma semplicemente attraverso Safari Mobile), e si è “passato il tempo” all’interno di un Apple Store.
Ciò che è successo è stato davvero “scandaloso” per la Apple, o meglio per lo stile della Apple: nell’Apple Store erano esposti e pronti per essere provati iPhone ed iPad sbloccati con aperto Cyndia, che è il “negozio” di applicazioni proibite o non approvate dalla Apple.
Inutile dire che subito si è cercato di ricorrere ai ripari, ma non è stato affatto semplice.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.