Apple è Meno Ecologica Rispetto a Prima?

Per chi non lo sapesse esiste una classifica delle società del settore elettronico che sono più “verdi” ovvero più ecologiche.

Ed Apple, che era al quinto posto, a seguito dell’indagine fatta da Greenpeace, è scesa fino al sedicesimo posto. In realtà non ci sono dei demeriti in casa Apple, ma semplicemente la casa di Cupertino non ha fatto crescere la qualità nel suo sistema di produzione e dei materiali, e dunque non si è concentrata a sufficienza sul tema della riciclabilità e della riduzione della tossicità degli apparati elettronici.

Apple ha migliorato il suo programma di ritiro e riciclo dei prodotti a fine vita, nel 2008 ha impiegato il 41,9% di plastica riciclata, ha persino indicato le emissioni di uno dei suoi prodotti durante l’interno ciclo di vita, ma mancano ancora alcuni punti importanti, a detta di Greenpeace.

La casa di Cupertino non ha ancora dichiarato la sua posizione pubblica in materia di organoclorurati e composti a base di cromo, e non ha nemmeno dichiarato una posizione riguardo alle restrizioni su PVC e BFR fatte da TechAmerica.

La Apple è stata dunque penalizzata anche perchè non ha dato informazioni sui suoi fornitori e sulla gestione dei prodotti chimici, in sostanza Apple, come sempre, è molto riservata e non ha fornito informazioni sufficienti (a detta di Greenpeace) sui suoi futuri piani per eliminare le sostanze tossiche dai prodotti elettronici.

Al primo posto della classifica c’è invece Nokia, seguita dalla Sony Ericsson, poi Acer, Wipro, HCL ed Hp.

Fra gli ultimi posti invece GreenPeace pone LG, Samsung, Dell e Lenovo, che, a detta di Greenpeace “hanno disatteso gli impegni che avevano preso in passato…”.

A fine classifica, subito prima della Nintendo (da sempre ultima nella classifica), Microsoft, “punita” anche questa perchè non ha fornito informazioni sui piani di eliminazione di PVC e BFR.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.