Apple fa un Passo Indietro sulla Nuova Formula per la Gestione dei Dipendenti

Se ricordate, John Browett, il senior Vice President di Apple per i Retail Stores, aveva programmato una serie di cambiamenti per quanto riguarda l’assetto degli impiegati negli Stores.

La nuova formula di Browett ha cominciato ad essere applicata diverse settimane fa, e a seguito di ciò hanno cominciato a girare voci riguardo tagli netti alle ore lavorative dei part-time, riduzione di stipendi, retrocessioni di cariche e addirittura licenziamenti.

Recentemente il Dow Jones Newswires, ha riportato una notizia esclusiva su una brusca marcia indietro di Browett su questa nuova polita di ristrutturazione del personale. Nel post del Dow Jones viene detto che lo stesso Browett ha ammesso di “aver fatto un casino” (“Messed Up”) con questa nuova formula e che la società adesso ha intenzione di ritornare indietro alla vecchia concezione. Browett assicura anche che nonostante ciò non c’è stato nessun licenziamento e che anzi la società ha in programma di assumere nuovo personale.

Kristin Huguet, portavoce di Apple, ha dichiarato: “Fare questi cambiamenti è stato un errore e adesso i cambiamenti sono stati invertiti. I nostri impiegati sono il nostro assetto più importante, sono loro che offrono quel servizio di classe mondiale che i nostri clienti si meritano.”

Questo è ciò che riporta il Dow Jones, e tramite le parole di Browett e dei suoi portavoce si può intuire che il periodo nero è finito per gli impiegati degli Apple Stores. Apple ha infatti ammesso pubblicamente di aver fatto uno sbaglio, e adesso è pronta a fare marcia indietro.

MacRumors però non è completamente d’accordo con quanto affermato da Browett sui licenziamenti, infatti le fonti di MacRumors interne ad alcuni Apple Stores affermano che i licenziamenti sono avvenuti, non sono stati molti per la verità, si tratterebbe infatti di casi isolati, ma non si può affermare che qualche testa non sia dunque saltata.

Se posso esprimere la mia opinione personale penso che Apple stia un po’ perdendo la rotta, se ricordate non è la prima ammissione di colpe della società. Recentemente infatti Apple si è trovata a dover tornare sui suoi passi anche per quanto riguarda la rimozione dei suoi prodotti dall’EPEAT environmental registry. Sebbene non c’è alcun dubbio sul valore e talento delle persone che lavorano in Apple, soprattutto nel campo dirigenziale, non capitava spesso nell’era Jobs di assistere a cambi di direzione così azzardati e a conseguenti ammissioni di colpa pubbliche. Tutto ciò infatti non fa bene ai mercati.

Leave a Reply