Office 2011:mac – Una breve recensione (Parte I)

Office nelle due versioni Home & Business e Home & Student

Office nelle due versioni Home & Business e Home & StudentGià da qualche mese Microsoft ha rilanciato l’immagine e i contenuti del suo (a dir poco minuscolo) spazio dedicato al mondo Mac in vista dell’uscita tanto attesa della nuovissima versione del pacchetto di applicativi più famoso al mondo. Tuttavia per chi, come il sottoscritto, non ha ritenuto utile installare le diverse beta release preliminari, il 5 Novembre è stato il giorno della “grande rivelazione”.

Per chi non lo sapesse, infatti, proprio il 5 Novembre è stata finalmente rilasciata la versione definitiva (e in italiano) di Office 2011 per Mac, in cui sono apprezzabili moltissime novità che cercherò di elencarvi in questo articolo suddiviso in due puntate.

Una prima, importante, novità è la presenza, nella versione Home & Business (la più costosa) del conosciutissimo Outlook, che va a sostituire un anziano e snobbato Entourage (presente nella versione 2008). Outlook è il client di posta elettronica più usato in ambienti Windows perché garantisce un’elevatissima possibilità di organizzazione e personalizzazione degli appuntamenti, delle note, dei contatti e permette di condividere tali informazioni sui server Exchange con grande facilità.

In questa bellissima versione per Mac è stata introdotta la categorizzazione degli impegni con delle colorazioni “(Apple) Mail like” e il raggruppamento dei messaggi di posta elettronica in un formato che ricorda gli SMS dell’iPhone (in un’unica finestra sono raggruppati per contatto i messaggi spediti e le risposte). Inoltre molta cura è stata posta sulle diverse visualizzazioni, che possono essere richiamate in modo da avere sempre sott’occhio tutte le informazioni che ci interessano ed è stata ulteriormente migliorata la compatibilità con la versione “sorella” per Windows.

A tal proposito volevo sottolineare come la Mac Business Unit di Microsoft abbia speso moltissime energie e tempo nella realizzazione di un Office che sia totalmente compatibile in tutti i suoi applicativi con la nuova versione di Office per Windows (la versione 2010). In particolare uno degli ingegneri avrebbe addirittura affermato che, adesso, “se si stampa lo stesso documento Word da un PC e da un Mac, si sovrappongono le pagine e le si confronta guardandole in controluce non si noterà alcuna differenza”. Spero davvero che tale promessa sia mantenuta perché per chi, come me, ha un continuo scambio di documenti con colleghi che usano le versioni Windows è davvero frustrante ritrovarsi spesso con relazioni scompaginate o fogli Excel “impazziti”.

Altra novità di rilievo che accomuna Word, Excel, PowerPoint e Outlook è la presenza dell’interfaccia Ribbon, introdotta con la versione di Office per Windows nel 2006.

Ho rinunciato piacevolmente alla vecchia barra laterale dove erano raggruppate le funzioni di maggiore utilizzo, che, oltre ad essere abbastanza scomoda toglieva molto spazio alla finestra di elaborazione dei documenti. Adesso tutti i pulsanti sono raggruppati nella barra multifunzione in una veste grafica molto piacevole e sicuramente più intuitiva. Manca, però, la possibilità di avere l’anteprima immediata delle modifiche che vogliamo apportare ai contenuti, come il colore del testo, le dimensioni, ecc…

Scopri Office 2011 su Apple Store.

Articolo scritto da Mario

Leave a Reply