L’Italia: app utile ma con qualche pecca…

Con questa nuova recensione vorrei portare alla vostra attenzione L’Italia, un’app che nasconde tante potenzialità in un’interfaccia sicuramente da perfezionare.

L’idea alla base dell’app è piuttosto semplice: dopo aver localizzato la nostra posizione con il GPS integrato in iPhone e averci comunicato la precisione con cui è stata effettuata la misura ci viene presentata una schermata con, nello sfondo, l’immagine della nostra bella Nazione e, sovrapposta, una lente di ingrandimento. Toccandola accediamo alle diverse categorie di Punti di Interesse (da qui PDI) che si trovano nelle nostre vicinanze.

Devo essere sincero, l’idea non è nuova e riprende quella di molte altre applicazioni sicuramente più “collaudate” (vedi AroundMe). Inoltre l’interfaccia grafica è sicuramente da rivedere in moltissimi aspetti, primo tra tutti il supporto al Retina Display dell’iPhone 4, che, almeno in questa versione, manca. Tale mancanza rende i pulsanti e la navigazione all’interno dell’app abbastanza sgradevole, mettendo in evidenza seghettature e qualità non proprio eccelsa delle immagini.

Ma veniamo all’usabilità: nella prima schermata potete scegliere la lingua (italiano o inglese). Successivamente comparirà la schermata “operativa” dalla quale si può, come scrivevo prima, passare ai PDI oppure, dai pulsanti in basso, si possono svolgere alcune operazioni, quali la ripetizione della misura GPS, l’accesso alla pagina in cui inserire una specifica città, il tasto informazioni, quello con i numeri di telefono più utili (anche qui le immagini andrebbero davvero cambiate) e, infine, il pannello delle impostazioni, dal quale definire la precisione della misura GPS e il raggio di ricerca.

Dopo aver fatto la misura GPS (attenzione è un passo fondamentale, altrimenti non vedrete nessun PDI!) tocchiamo la lente di ingrandimento e scegliamo una categoria a caso, i ritrovi.

 

Da questi scegliamo un locale a caso e la schermata che vi apparirà sarà più o meno la seguente:

Utile anche se veramente scarna la schermata della bussola. Molto più utile il pulsante “Percorso”, che vi rimanderà all’app Mappe con impostata la vostra posizione e quella del locale. Infine la voce “Itinerario da Qui” vi mostrerà tutto ciò che potete vedere nelle vicinanze del locale, anche questa feature abbastanza utile.

Veniamo all’interfaccia: anche in questo caso una maggiore cura dei dettagli non guasterebbe. Non si comprende bene, infatti, la scelta di usare l’inglese nei pulsanti quando la lingua selezionata è l’italiano.

Nella sezione “Informazioni” la guida deve assolutamente essere rivista. Sembra, infatti, scritta usando il buon vecchio WordPad di Windows, che poteva anche scrivere testi lunghissimi ma senza l’ombra di un’elegante formattazione…

Anche l’idea di descrivere i pulsanti mettendone la descrizione entro parentesi quadre lascia un pò perplessi… perchè non usare le immagini dei pulsanti ?

 

In conclusione penso che L’Italia sia un app sicuramente molto promettente ma, per esprimersi al massimo, necessita di urgenti ritocchi, anche in considerazione del prezzo (l’app costa 2,39 €. Clicca L’Italia per aprire il link su iTunes) a cui viene venduta.

 

 

Leave a Reply