App Store: Come vengono approvate le Apps?

Sono davvero tanti gli sviluppatori di applicazioni per i prodotti della mela che spesso si son visti “rifiutare” o “bocciare” le loro “mini apps”, senza mai sapere quale fosse il motivo preciso.

Nei giorni scorsi la Apple ha deciso di pubblicare le linee guida per l’approvazione delle apps in un Pdf di sette pagine, e reso disponibile per tutti gli iscritti all’iOS Developer Program (il programma per gli sviluppatori di applicazioni per sistema operativo iOS).

Lasciando perdere i tecnicisimi e quant’altro, è sicuramente da notare l’introduzione delle linee guida che sembrerebbe, a detta di molti, scritta da Steve Jobs. Questa illazione è dovuta allo stile con la quale sono formulati i punti più salienti, che potrai leggere qui di seguito, tradotti:

1 – Tanti bambini scaricano tante applicazioni: iPod, iPod Touch, a volte iPad e altri oggetti tecnologici vengono spesso regalati a bambini e ragazzini, che scaricano tantissime applicazioni (specialmente quelle gratuite). Sebbene ci sia la possibilità di inserire un controllo sui download (per evitare che i bambini scaricano apps particolari), questo controllo viene usato pochissimo…

2 – Ci sono troppe applicazioni nell’App Store: la traduzione che ho fatto è ovviamente libera. Questa frase significa che non interessano altre applicazioni stupide o demenziali (“non ci servono altre applicazioni per fare peti”). Questo significa che se vuoi vedere approvata la tua apps devi fare qualcosa di interessante e soprattutto utile.

3 – Quanto tempo sei stato a fare la tua app? Viene spiegato, in maniera piuttosto palese, che se hai creato una app in due giorni o tre, e se l’hai fatta semplicemente per metterla sull’app store e far vedere ai tuoi amici quanto sei bravo…. Probabilmente la tua app verrà bocciata, perchè ci sono tanti sviluppatori seri che non vogliono essere circondati sull’app store di applicazioni per principianti…

4 – La tua app supera i limiti? E’ stato scritto che “verranno bocciate tutte le apps che supereranno il limite”. Penso che per capire cosa significa che “supera il limite” bisogna semplicemente affidarsi al buon senso ed alla funzionalità dell’app creata!

5 – Ci si può appellare alla bocciatura: E’ stato scritto che esiste un Review Board che permette di appellarsi nel caso in cui riteniamo che la boccitura della nostra app sia ingiusta. E viene precisato anche che parlare male del centro di approvazione delle app della Apple non aiuta nessuno (“Capito, sviluppatore che vuoi rivolgerti a Gizmodo?”).

6 – Il documento è in continuo aggiornamento: quindi nuovi episodi possono generare nuove regole…

Queste sono le nuove, principali, linee guida per gli sviluppatori (oltre ai tecnicismi dettagliati che spiegano altre importanti informazioni per gli sviluppatori).

Da notare anche la possibilità ridata agli sviluppatori di utilizzare Adobe Flash CS5 ed altri kit di sviluppo di terze parti disponibili per Xcode. Unico nuovo limite è il seguente: l’applicazione definitiva non deve scaricare nessun codice proprio.

Le regole sono sotto l’occhio dell’FTC che le sta controllando per verificare se ci sono imposizioni che violano la libera concorrenza.

C’è chi si lamenta della rigidità delle regole della Apple, personalmente, avendo anche un HTC Hero, e conoscendo discretamente bene l’Android Market, preferisco una certa rigidità per l’approvazione delle applicazioni, piuttosto che una totale libertà che può generare una gran confusione anche negli utenti finali.

E tu cosa ne pensi?

Leave a Reply