Idealo: Gli Apple Store di Italia, Inghilterra e Portogallo sono i più Cari dell’Europa Occidentale

Il portale di comparazione prezzi Idealo ha recentemente fatto un indagine molto interessante sui prezzi dei prodotti Apple nei vari paesi, europei e non. Andiamo a vedere in dettaglio i risultati di questa ricerca comparativa:

Gli store più economici del mondo

Ecco una tabella che mette in evidenza la classifica dei 5 paesi dove si comprano meglio i prodotti della mela (i prezzi rappresentano una media tra tutti i prodotti venduti):

Gli store più cari del mondo

Ecco la classifica dei 5 più cari del mondo, dove fortunatamente non figura l’Italia:

Concentriamoci però adesso nella zona del mondo che più ci riguarda: L’Europa.

Lo Store più caro dell’Europa occidentale è quello del Regno Unito

IVA esclusa, l’Apple Store del Regno Unito è il negozio Apple più caro in Europa occidentale. Il prezzo medio è del 3% superiore a quello dei restanti negozi dei paesi dell’Europa occidentale. Includendo l’IVA, solo nei negozi dei paesi scandinavi (Norvegia, Danimarca e Svezia), che applicano i più alti tassi di imposta sul valore aggiunto, hanno prezzi più elevati. Il prezzo medio di un Apple Store del Regno Unito tasse incluse è del 4% superiore rispetto agli Apple Store dei paesi non-scandinavi dell’Europa occidentale. Ciò significa che per un prodotto Apple come un iMac i clienti britannici pagano in media ca. 48 euro in più.

Alcuni risultati della comparazione tra i Country Store della Apple con i prezzi più cari risultano a prima vista anomali. Ad esempio, la Repubblica Ceca è una meta turistica nota proprio per i prezzi relativamente economici del paese. Pertanto è allarmante riscontrare che quello della Repubblica Ceca figura come lo store della Apple più caro d’Europa.

Visti questi sorprendenti risultati, abbiamo confrontato i prezzi degli Apple Store con il PIL pro capite a parità di poteri d’acquisto (PPA). Secondo The World Factbook della CIA, il PIL di un paese a PPA è “la misura che la maggior parte degli economisti preferisce quando si tratta di analizzare il benessere pro-capite e di confrontare le condizioni di vita o l’accesso alle risorse tra i vari paesi”. Il PIL di un paese a PPA è il suo PIL (ossia il valore di tutti i beni e servizi finali prodotti all’interno di una nazione in un dato anno) valutato sulla base dei prezzi esistenti negli Stati Uniti. Ne è risultata una curiosa versione del celebre “Big Mac Index” – introdotto dall’inglese The Economist come strumento di comparazione dei prezzi e dei poteri d’acquisto – che potremmo chiamare “iMac Index”.

Se si prende in considerazione il PIL pro capite di ciascun paese a PPA, è davvero sorprendente constatare quanto questi valori siano in contraddizione con i prezzi dei negozi Apple. Sono davvero pochi infatti i paesi in cui il prezzo del locale Apple Store corrisponde effettivamente al PIL pro capite a PPA – tra questi la Malesia, il Messico e l’Indonesia. Il resto dei paesi invece non segue affatto tale criterio. Così abbiamo alcuni paesi con offerte fantastiche e altri nei quali i prezzi risultano del tutto fuori mercato per i rapporti locali.

PIL pro capite (PPA) paragonato ai prezzi dei negozi Apple

Le “offerte” migliori

Il Nord America presenta due dei migliori rapporti tra economia nazionale / prezzi di prodotti Apple in tutto il mondo. Nella classifica generale, gli Stati Uniti figurano al secondo posto, subito dopo Singapore. Gli americani del Montana sono particolarmente fortunati, potendo avvantaggiarsi della totale assenza dell’IVA in questo stato. Gli Stati Uniti vantano dunque la quinta migliore economia del mondo e il quarto Apple Store con i prezzi migliori. Il Canada si classifica con la quarta miglior “offerta” nel mondo, disponendo dell’undicesima migliore economia e del secondo negozio Apple con i prezzi più economici del mondo.

In Asia, sono in testa alla classifica Singapore e Hong Kong. Singapore si classifica come la seconda economia migliore e beneficia del quinto negozio Apple con i prezzi più economici. Hong Kong presenta la sesta economia migliore ed il terzo negozio Apple con i prezzi più economici.

Le “offerte” peggiori

I tre negozi nazionali della Apple con i prezzi più elevati (Brasile, Thailandia e Repubblica Ceca), presentano anche economie relativamente deboli e quindi si classificano con le più svantaggiose “offerte” Apple nel mondo. Il Brasile è in fondo alla classifica, unendo la sesta peggiore economia ai prezzi più elevati in assoluto della Apple. La Thailandia presenta la quinta economia peggiore e il terzo negozio Apple con i prezzi più elevati. La Repubblica Ceca presenta le “offerte” più svantaggiose in Europa, con la dodicesima peggiore economia e il secondo negozio con i prezzi più alti.

Il Regno Unito è al secondo posto per le “offerte” più svantaggiose in Europa occidentale e si classifica come il paese con la quarta “offerta” più svantaggiosa d’Europa.

Idealo

Se l’Apple Store italiano offre prezzi più convenienti rispetto a quelli del Regno Unito, è pur vero che l’Italia si classifica al 25esimo posto nella classifica degli store, dietro Germania, Francia, Paesi Bassi, Austria e Svizzera, ed è con la Danimarca, la Gran Bretagna e il Portogallo uno dei cinque paesi dell’Europa a dodici Stati con le peggiori “offerte” in base al rapporto tra economia e prodotti Apple.

Di seguito un quadro sinottico dei 37 paesi nei quali è presente la Apple con uno store e la loro posizione in classifica:

  • Prezzi dei prodotti Apple – dai più economici ai più cari.
  • PIL pro capite (PPA) – dai più ricchi ai più poveri.
  • Migliore “offerta” – dal punteggio più alto al punteggio più basso.
[via Idealo]

Leave a Reply